Omeostatic ti aspetta a Roma in via G. M. Lancisi, 31

c/o Studio Medico Associato Lancisi Physio

info@omeostatic.it

Salute HEALTH - futuro

Modello Bio-Psico-Sociale
Empowerment
Evidence Based Medicine (EBM)
Evidence Based Practice (EBP)
Modello Hub & Spoke

L’ICF, attraverso gli elementi che la compongono ha un enorme vantaggio: riesce a sintetizzare gli aspetti bio-patologici con quelli individuali, relazionali e ambientali.

Ciò conferisce all’ICF la capacità di guidare la valutazione multidimensionale della Persona e la definizione individuale degli obiettivi (outcome) da raggiungere. Si tratta di un sistema nel quale gli interventi (Programmi) centrati sui diversi problemi (valutazione e trattamento di sintomi o patologie, ricostruzione/riapprendimento di funzioni o capacità, modifiche dell’atteggiamento soggettivo, dell’ambiente o del contesto anche tramite ausili ecc) generano specifici out-put, step e contemporaneamente indicatori delle diverse fasi; tutti indicatori atti alla valutazione di risultato e contemporaneamente alle eventuali modifiche (anche in progress) del processo stesso.

Il Progetto Riabilitativo Individuale (PRI) rappresenta la sintesi di tutto ciò, è basato sui dati dell’evidenza scientifica (EBM & EBP) in relazione ai dati personali, clinici e relazionali del paziente ed è flessibile, ciò significa che deve adeguarsi sino al termine del trattamento e in relazione al variare delle condizioni e dei risultati conseguiti. Elemento chiave della visione Bio-Psico-Sociale è il cosiddetto Empowerment cioè la possibilità per l’individuo di porsi coscientemente al centro del suo percorso di cura. Il tradizionale schema “prescrittivo” (il medico che decide il numero e la natura delle prestazioni) viene quindi abbandonato a favore di un intervento che non mira soltanto al sintomo, all’apparato, al disturbo ecc ma alla persona nella sua complessità e nel rispetto del suo enorme potenziale.

Le evidenze della letteratura dimostrano infatti che tanto più è tempestiva fin nelle fasi di acuzie la presa in carico del paziente, tanto più valido può essere il risultato raggiungibile in termini di recupero e di prevenzione di ulteriori danni (secondari e terziari).