Omeostatic ti aspetta a Roma in via G. M. Lancisi, 31

c/o Studio Medico Associato Lancisi Physio

info@omeostatic.it

Terapie Terapie Manuali - Osteopatia Pediatrica

“.... ogni bambino dovrebbe essere visitato e trattato immediatamente dopo la nascita. Questa è la migliore medicina preventiva possibile. Tanto prima un bambino può essere trattato, quanto prima il movimento ottimale può essere ristabilito nel suo corpo. Tanto prima la respirazione e la circolazione possono essere ottimizzate, come pure il movimento del sistema nervoso centrale, quanto prima gli effetti negativi possono essere ridotti....”

Viola M. Frymann, DO

Da questo stralcio si percepisce come l’obiettivo principale del trattamento neonatale e pediatrico sia la prevenzione. Il buon funzionamento del sistema cranio-sacrale è di fondamentale importanza per il futuro accrescimento del cranio, oltre che per la postura in generale e permette di prevenire eventuali asimmetrie cranio-facciali e posturali. Il trattamento osteopatico rappresenta la terapia elettiva per il bambino pretermine, che nasce per parto cesareo ma anche per il bambino che nasce per parto naturale ma che ne subisce il “trauma”; il parto infatti può creare le condizioni per un’interferenza sul normale accrescimento delle ossa del cranio e per conseguenza di tutto il corpo. Il neonato inoltre andrebbe monitorato durante tutto il periodo dello sviluppo ontogenetico (da 0 a 12-18 mesi) e possibilmente anche dopo, soprattutto se a rischio (vedi plagiocefalia) per avere garanzia di un corretto sviluppo scheletrico e di tutti i sistemi dell’organismo.

L’approccio osteopatico sul neonato e sul bambino trovano indicazione per:

  • Difficoltà alla suzione e rigurgiti frequenti
  • Coliche gassose
  • Plagiocefalie
  • Infezioni ricorrenti: otiti, sinusiti, adenoiditi, tonsilliti, bronchiti ricorrenti
  • Enuresi notturna
  • Disturbi del sonno
  • Iperattività
  • Cefalea
  • Esiti cicatriziali
  • Disturbi visivi: miopia, astigmatismo, strabismo
  • Disequilibri posturali: scoliosi, appoggio plantare alterato, dismetrie agli arti inferiori
  • Problemi di occlusione dentale, disturbi della deglutizione
  • Complementare durante la terapia ortodontica