Omeostatic ti aspetta a Roma in via G. M. Lancisi, 31

c/o Studio Medico Associato Lancisi Physio

info@omeostatic.it

About Vision - Futuro

Omeostatic è acceso sul futuro

Qual è il futuro della riabilitazione?
La nostra Vision si articola su tre pilastri:

Potenziamento di una strategia di Empowerment che mira a ridurre l’asimmetria tra medico/fisioterapista e cliente/paziente, quel gap informativo che per troppo tempo è stato posto come criterio necessario (per fortuna non sufficiente) a garantire agli operatori sanitari il giusto margine di libertà professionale e al paziente la serenità derivante da una fiducia incondizionata nell’operatore, la moderna concezione di cura considera questo approccio superato, e in riabilitazione lo è senz’altro, anche alla luce delle attuali evidenze scientifiche sul processo di recupero funzionale: oggi si parla infatti di Learning, di ri-apprendimento, di pedagogia dell’atto medico, a sottolineare l’enorme importanza che riveste la partecipazione cosciente, motivata e consapevole di chi ci viene affidato.

Setaccio delle Evidenze Scientifiche in Riabilitazione – selezione degli Outcome Clinicamente Rilevanti (Patient Reported Outcomes - PRO).
Cos’è un PRO? Un Outcome è il risultato di un processo, in ricerca medica è il risultato di un lavoro scientifico. Per fare un esempio possiamo citare uno studio in cui si valuta l’aumento della forza del muscolo gluteo medio a seguito di un ciclo di 10 sedute di vibrazione meccano-sonora in un gruppo di pazienti con instabilità dell’anca durante il cammino. Quindi:

Immaginiamo che al T0 la forza del medio gluteo sia x Kg mentre al T1 sia x+1/2x Kg: quindi immaginiamo che la forza sia passata da 20 Kg a 30Kg. Ciò sarebbe sufficiente per concludere che lo studio ha avuto successo e che effettivamente si è riscontrato un aumento di forza con l’introduzione della variabile (10 sedute di energia vibratoria). Ma siamo sicuri che questo risultato sia importante per il paziente?!? Cioè, possiamo dire che l’aumento della forza registrata corrisponda ad una maggiore stabilità dell’anca durante il cammino? Quindi il PRO è quel risultato che ci consente di dire che il paziente sperimenta una maggiore stabilità dell’anca durante il cammino e l’aumento di forza è solo una delle condizioni necessarie ma non sufficienti per raggiungere tale risultato.

Governo Clinico Integrato
Fare la cosa giusta al momento giusto, rappresenta la sintesi del concetto di qualità. Il Governo Clinico Integrato è il sunto di quanto detto finora a proposito di quello che per noi è buona pratica.
Linee guida, interventi basati su prove di efficacia, gestione del rischio clinico, integrazione disciplinare e multiprofessionale, valutazione delle performance del processo (output) e il coinvolgimento di tutti i soggetti compresi i volontari e la comunità sono i criteri fissi che accompagnano la stesura di ogni nostro progetto/programma riabilitativo.
La gestione del rischio in particolare è un elemento che ci sta a cuore: si caratterizza come l’insieme delle azioni tese a ridurre il rischio di eventi dannosi per la salute del paziente.
A tal proposito le Raccomandazioni sulla Buona Pratica in Riabilitazione ci informano che per ridurre il rischio è fondamentale ancora una volta una buona comunicazione tra i soggetti dell’organizzazione, quale segnale di Accountability quindi di “rendicondazione” dell’operato svolto; e noi di Omeostatic condividiamo tale requisito, anzi ne facciamo un caposaldo del piano terapeutico individuale.